Alzano e Nembro, la difesa di Conte: non ci fu ritardo. Ogni decisione condivisa con la Regione Lombardia

«Non c’è stata sottovalutazione», ha detto il premier ai pubblici ministeri di Bergamo, guidati dalla procuratrice reggente Maria Cristina Rota. Il comitato scientifico aveva sollecitato la zona rossa il 3 marzo: «La Regione poteva emettere ordinanze restrittive»

Apri l’articolo completo