Il Veneto e una Lega per due. La guerra delle liste tra Zaia e Salvini

Roma. Cinque anni fa sembrava un’umiliazione. “Io nella lista di Zaia? Manco morta”. E così, in un atto di schizzinoso orgoglio, Milena Cecchetto, apprezzata sindaca di centrodestra di Montecchio Maggiore, nel Vicentino, rifiutò la proposta del governatore, ché lei solo nella lista giusta voleva ent

Apri l’articolo completo