La commedia dei Matteo

Matteo R. gliela faceva credere e Matteo S. s’illudeva. E allora quello, il leghista, poveretto, affranto da umori e livori, confessava ai suoi: “Vedrete che alla fine una mano me la dà nel voto sul processo”, e l’altro però, mentre quasi quasi gli tendeva una mano, intanto con l’altra barattava tut

Apri l’articolo completo