La legge elettorale scuote i partiti. Asse Berlusconi-Pd, Renzi spariglia

Nel giro di sei mesi si ribaltano le ‘diffidenze’ interne ai vari schieramenti e si provano a rimescolare le carte di una partita, quella sulla legge elettorale, che ormai sembrava essere chiusa, dopo l’accordo raggiunto a fatica nella maggioranza sul proporzionale con soglia di sbarramento nazionale al 5%, intesa poi messa nero su bianco in una proposta di legge il cui esame è già stato avviato alla Camera.

Apri l’articolo completo