Unità nazionale mica tanto. La Lega non la vuole e Di Maio fa l’anti premier

Roma. Che fosse destinata a sbriciolarsi presto, quella parvenza d’intesa, Antono Tajani e Giorgia Meloni l’avevano indovinato già durante l’incontro di lunedì sera: quando Giuseppe Conte, nonostante Matteo Salvini gli si fosse seduto davanti, ogni volta che doveva rispondere al leader della Lega ri

Apri l’articolo completo